Dopo i primi sei mesi del 2017 sembrano trovare conferma le previsioni di Standard & Poor’s sul mercato assicurativo: il settore si mantiene in linea con quanto avvenuto nel corso del 2016 con qualche miglioramento in tutti i rami assicurativi.

I rami assicurativi rappresentano le aree di rischio al quale l’Assicuratore può esporsi e operare. Da ogni ramo discendono tecniche diverse di gestione della forma assicurativa, condizioni generali e particolari. I due grandi rami assicurativi sono:

  • Ramo danni: tutelano l’assicurato da eventi che possano danneggiare il suo patrimonio o le sue possibilità di guadagno. I rami elementari, i sottogruppi, sono danni contro le cose, i danni contro le persone, la responsabilità civile (obbligatoria), i rischi commerciali e i rischi finanziari.
  • Ramo vita: in questo caso l’entità della polizza e del premio si basa essenzialmente sulla tutela dell’assicurato e dei suoi familiari dall’impossibilità di conoscere la durata della vita umana. Gli eventi da cui si è protetti sono dunque la morte, ma anche l’invalidità e la vecchiaia. Il risarcimento può essere l’erogazione di un capitale, di una rendita o di un indennizzo.

rami assicurativiIl lieve miglioramento è dovuto al calo del rischio rispetto agli anni precedenti, grazie agli interventi del Governo per ridurre le frodi assicurative, problema che in Italia è molto sentito.

Le assicurazioni del ramo vita nel corso del 2017 proseguono con lo stesso ritmo dell’anno precedente. I dati positivi sono da ricollegare al periodo storico di incertezza fiscale e precarietà che spinge gli italiani a voler tutelare se stessi e la famiglia con polizze vita, sia al momento della sottoscrizione di un mutuo o prestito, che in modo indipendente.

Per quanto riguarda il ramo assicurativo dei danni, la responsabilità civile auto si registra anche qui una certa stabilità: l’Italia è allo stato attuale uno dei Paesi che registra il numero più alto di installazioni di scatle nere a bordo dei veicoli (circa il 14% dei mezzi privati). In questo modo le frodi sono più facilmente individuabili, a beneficio del settore. Il prezzo dei premi rimane anch’esso stabile, vista la pressione sul prezzo registrata negli ultimi anni.

linkedin
google
mail